Molto hanno fatto discutere le contestazioni di Dell’Utri e Schifani, segno evidente che l’aria sta cominciando a cambiare, una brezza leggera intendiamoci, ma di certo qualcosa in più rispetto all’immobilismo dei giorno precedenti, o meglio degli anni precedenti…

Quel “fuori la mafia dallo Stato” urlato al cofondatore di Forza Italia condannato in appello a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa, non è mai apparso sulle TV nazionali e non comparirà mai, nonostante la folta schiera di telecamere e macchine fotografiche presenti per il suo discorso sulle memorie di Mussolini. Un silenzio colpevole, un silenzio meschino che tenta di affogare nel vuoto il dissenso popolare, cosciente e preoccupato per quello che il nostro Paese è diventato in questi ultimi 15 anni.

Ancora più sgomento hanno causato le parole di Fassino che in difesa del Presidente del Senato Schifani ha definito i contestatori degli “squadristi”, come se contestare in pubblico un personaggio pubblico significasse stuprare e uccidere il pensiero altrui. Parole forti che assumono maggiore significato perché vengono da un responsabile nazionale del PD, che resta il più grosso partito di opposizione in questo Paese, e che in un certo qual senso dovrebbe incentivare questi tentativi di risveglio critico e non bollarli come squadrismo.

Sulla questione si è pronunciato anche il Presidente della Repubblica che ritiene queste manifestazioni “un segno dell’allarmante degenerazione che caratterizza i comportamenti di gruppi sia pur minoritari, incapaci di rispettare il principio del libero e democratico confronto”.

Piovono le condanne ma, pare che nessuno si sia chiesto perché avvengano episodi del genere…

Annunci

Sono nessuno

Pubblicato: 4 settembre 2010 in La terra dei cachi

Sono nessuno, perchè nessuno uccise Polifemo, perchè nessuno in questo Paese ha un occhio solo, ma tutti siamo oramai ciechi davanti al mondo…

Hello world!

Pubblicato: 4 settembre 2010 in La terra dei cachi

Welcome to WordPress.com. This is your first post. Edit or delete it and start blogging!